kusama-21

Yayoi Kusama è un’Artista con la A maiuscola, nata in Giappone a Matsumoto il 22 marzo 1929, studia la pittura Nihonga, nel 1958 si trasferisce a New York,nel 1959 crea i suoi primi lavori della serie Infinity Net, delle grandi tele lunghe quasi una decina di metri. Negli anni ’60 si dedica alla creazione di nuove opere d’arte, per esempio Accumulatium o Sex Obsession e realizza numerose performance provocatorie e osé dipingendo con dei pois i corpi dei partecipanti o facendoli “entrare” nelle sue opere. Ritorna in Giappone, durante i primi anni ’70, dove inizia a scrivere poesie e romanzi surreali,dal 1977 la Kusama vive nell’ospedale psichiatrico Seiwa, in Giappone, per scelta personale. Dipinge quasi quotidianamente nello studio a Shinjuku.

Le sue opere più famose sono le “Infinity mirror room”, delle stanze tappezzate di specchi dove pois o luci led si ripetono all’infinito come in un allucinazione ossessivo-compulsiva, e i pois riprodotti all’infinito su superfici, tele, tavoli, oggetti persone e qualsiasi superficie.

L’ossessione per l’infinito e la ripetitività sono il suo punto fermo, attraverso questa modalità riesce ad annullare gli spazi e a ricreare degli universi interiori in semplici stanze bianche, adorata da Andy Warhol che alla vista dell’opera “Aggregation: One Thousand Boats Show” , una barca di di dieci metri ricoperta da falli bianchi imbottiti e circondata da novecentonovantanove fotografie in bianco e nero della stessa imbarcazione a forma di fallo, urlò “Wow, Yayoi! Cos’è questo?..Meraviglioso”.

Le sue non sono ne istallazioni ne sculture sono una forma d’arte interattiva dove lo spettatore non guarda ma entra dentro e lei sicuramente è la pioniera del genere che oggi tappezza le gallerie d’arte.

Per chi volesse approfondire la vita di questa grande artista contemporanea consiglio di leggere la sua autobiografia scritta di suo pugno  “Yayoi Kusama.Infinity Net” 

Ieni Alexandra

.

.

Write a critique

Write