PageImage-528346-5005923-CalebCole_OPC15

Caleb Cole, classe 1981, è nato nel New England, dove tutt’ora risiede, ex chierichetto si avvicina al mondo della fotografia dopo la laurea con lode alla Indiana University di Bloomington.

Il suo accorgimento verso i dettagli che mostrano una persona al mondo, lo ha sviluppato grazie alla passione trasmessa dalla madre per gli oggetti vecchi e caduti in disuso venduti nei piccoli mercatini di quartiere. La serie, iniziata nel 2007, ” Other people’s clothes” elabora la straordinaria capacità di ogni individuo di calarsi nei panni di un altro analizzando, seppur in totale estraneità, gli oggetti che compongono la visione d’insieme di un essere umano. Forse alimentata dalla percezione dell’individualità tanto cara alla società contemporanea, forse scomposta dalla bipolarità frammentata dei miliardi di oggetti che si diradano nello spazio anche dopo la dipartita del proprietario, la facoltà di Caleb Cole è quasi performance, atto esplicito di curiosità e studio di tutta questa spettacolare e infinita frammentazione.

“La serie , iniziata  nel 2007,  è un modo per combinare il mio interesse per i depositi, con il mio desiderio di esplorare i concetti di identità e di come le persone lo esprimono nella loro vita. Ogni fotografia della serie inizia con un abito o un pezzo di abbigliamento ( comprato, trovato, o preso in prestito), immagino la persona riempire quei vestiti, e, infine, cerco un luogo in cui la persona può giocare ad avere un momento di silenzio. Con la mia fotocamera su un treppiede imposto l’autoscatto e cammino avanti e indietro con ogni abito, reagendo al modo in cui, abitare i vestiti, mi fa sentire e dando ad ogni personaggio la possibilità di rivivere. Finito di fotografare porto i vestiti nel luogo in cui li ho inizialmente trovati.”

Ieni Alexandra

Write a critique

Write