251wkvo

Unire i due massimi illustratori del secolo scorso Norman Rockwell e Brian Froud ? l’illustratore francese Jean Baptiste Monge, classe 1971 c’è riuscito egregiamente.

Molto lontani tra loro , il primo Rockwell vicino alla classe borghese, ritraeva la vita quotidiana nei quartieri di New York, il secondo Froud ritraeva la vita quotidiana delle fate, gnomi e folletti, ecco forse è questo l’aspetto che lega i due artisti e che ha permesso  a Jean-Baptiste di creare uno stile veramente unico.

Abitanti del nostro mondo folle a modo loro , folletti e gnomi cercano di sopravvivere tra case camuffate da funghi o servendosi di gabbiani e aquile  come aeroplani, per il resto cercano di mantenere la tradizione che li vuole intanati in piccole case da hobbit senza però rinunciare ad una robusta scatola di sardine da usare come comodo letto.

Interessante il libro “Halloween” realizzato in collaborazione con Erle Ferronnière, dove tra zucche animate, antropomorfe o a forma di carrozza, mostri, spettri e foreste incantate rivivono le paure più tradizionali che albergano nella nostra mente.

Ama il disegno inteso in senso tradizionale, foglio, matita ecc..ma dal 2009 ha realizzato dei progetti in digitale per la Sony Pictures Animation, lavora dalle 10 alle 12 ore 6 giorni su 7 ed ha una fidanzata molto paziente.

Ieni Alexandra

Write a critique

Write