denaes

Breve intervista al fotografo Denaës Pierre ,vive a Marsiglia e da autodidatta è veramente un portento. Mi ha colpito del lavoro di questo artista la sua voglia estrema di esprimere il suo lato più oscuro nelle sue foto. I suoi scatti son infatti molto personali ed ho voluto fare questa intervista proprio per capire almeno un poco la vita e i pensieri di Denaës Pierre…spero di esserci riuscita.
Italiano

Che studi hai fatto?

Bene, questa è una domanda interessante perchè io ho trascorso la maggior parte dei mie studi scolastici nel business del catering e ristorazione.I miei ricordi mi riportano indietro a quando avevo 5 anni, avevo già perso mio padre 3 anni prima.Ho vissuto con il mio patrigno che aveva una visione del mondo abbastanza ristretta.Preciso con questo dettaglio che mio padre era completamente all’opposto con un talento artistico reale che io voglio sviluppare e crescere.Così, quando avevo 5 anni volevo diventare un commediante, ma loro mi dicevano che nn era un lavoro. A 8 anni volevo disegnare fumetti, ma mi hanno detto la stessa cosa.I miei genitori hanno avuto una educazione classica e volevano che io studiassi per diventare un avvocato senza tenere in considerazione i miei sentimenti, i miei desideri e la mia attitudine.Io non ho mai fatto nessuno sforzo per lavorare realmente e essere interessato alla scuola.Per i miei genitori io non ero nella media e non ero abbastanza per loro.Ho lasciato la casa dei miei genitori quando avevo 15 anni per iniziare la scuola di caterign pensando che attraverso l’arte culinaria e un buon insegnante Bertrad Simon ho iniziato ad aprirmi e a migliorarmi.

Per la prima volta io ho avuto degli ottimi voti e ho dimostrato ai miei genitori che avrei potuto accedere alle scuole migliori.Dopo cinque anni ho deciso di smettere i miei studi nel bussines della risstorazione e passare agli studi artistici.Nuovamente i miei genitori non hanno approvato e mi hanno detto che se questa fosse stata la mia scelta avrei dovuto gestirmi da solo.Avevo 23 anni e lo feci, ho iniziato con un diploma in tecniche numeriche e arte plastica e ho voluto incontrare artisti che mi aiutassero a svilupparlo.Da quando avevo 25 anni ho provato diverse cose nel campo creativo, io volevo creare un tipo di lingua universale e questo è quello che fino ad esso mi ha messo in contatto con la fotografia.Ora è da 8 anni che ho iniziato ad insegnare fotografia, oggi  il mio più grande premio è di comunicare con te oggi attraverso l’arte.

 Tu vivi nella capitale dell’arte classica (Francia). Ti piace l’arte classica?

Si io sono un grande amatore dell’arte classica, mi ha influenzato fin dall’inizio della mia vita creativa.Ad ogni modo non vorrei dire che la francia è il paese dell’arte classica ma ce ne sono altre come l’italia che ha altamente influenzato dei pezzi incredibili in termini di qualità nell’arte classica.

Quali sono i tuoi artisti preferiti?

Io no ho studiato storia dell’arte ne sono andato in una accademia di studi classici-artistici, ad ogni modo dal mio proprio lavoro e ricerca posso darti la mia opinione “Michelangelo Merisi da Caravaggio, Vermeer and Rembrandt”.Da un punto di vista della fotografia contemporanea io ho studiato profondamente i lavori di WEEGEE, Joël Peter Witkin ou encore David Nebreda,che mi hanno introdotto a degli insegnanti molto importanti e influenti come Mlle Indra Magnani.
4 Do you take inspiration from these artists? If yes, from wich one?
Yes and no, i don t need any inspiration for the creative part of my art but i am definitely trying to understand and grasp the techniques and concept from those how influence the history of art. To illustrate that i will simply quote.

Trai ispirazione da alcuni di questi?

Si e no, io non ho bisogno di alcuna ispirazione per creare parte della mia arte, ma io provo e capisco e cerco di prendere le tecniche e i concetti da quelli che hanno influenzato la storia dell’arte.

I tuoi lavori trasmettono un forte messaggio , come ti definisci politicamente?

Io sono un anarchico ma penso che la maggiorparte delle persone dimenticano  e sono confuse sul vero significato dell’essere anarchico.”il potere non deve essere conquistato ma va distrutto”

Qual’è il tuo film preferito?

Uno dei miei film preferiti è On Modern Servitude” / Jean-François Brient and “Earthling” /Shaun Monson too

http://delaservitudemoderne.org/index.html
http://earthlings.com/?page_id=32

Tutti vorrebbero fare un viaggio nel tempo, tu dove vorresti andare?

Penso di voler attraversare l’intera storia dell’umanità dal peggiore al migliore degli antichi greci fino ai giorni nostri.

Cosa guardi in una persona quando le fai un ritratto?

Quando faccio un ritratto cerco di offrire la possibilità di leggere la storia del soggetto sulla propria faccia.Cerco di catturare l’anima come appare con una particolare attenzione alla postura e al comportamento.Voglio offrire una reale bellezza così cruda e se necessita anche forte e distruttiva.

Ultima domanda, un consiglio per l’esercito di giovani artisti del web

Mai abbandonare l’idea che  pensi perchè tu sei nato per questo…

 Inglese

What studies have you done?

Well this an interesting question, because I spend most of my scholarship studying catering and restaurant business.
My first memories, brings me back when I was 5 years old. I had already lost my dad 3 years earlier. I was living with my step dad how had a very narrow view on the world. I precise this detail as my dad was the complete opposite with a real artistic talent, which I want to developed and grow.
So when I was 5 I wan to become a comedian, but they said to me that wasn’t a job.
At 8 I wanted to draw comics but they told me the same again.
My parents coming from a classical education wanted me to do studies to become lawyer, surgeon whiteout taking in consideration my feelings, desire and aptitudes.
I never made the effort to really work or get interested at school. I was average and that wasn’t enough for my parents.
I left my parents house I was 15 to start in catering school. Through the art of cooking and with the support of a very good teacher Bertrand Simon. I started to open and develop myself.
For once I had good marks and proved to my parents that I could access to the best school. After 5 years I decided to stop my studies in restaurant business to go to study Art.
Once, again my parents did not approve and told that if I wanted to do this choice I will have managed myself. I was 23 and I did it.
I started a degree in plastic art and numeric technique and I want to meet artist that could help me to develop. Until my 25 I tried a lot of different things in term of creation. I was aiming to create a kind of universal language; it is at this time that I have been put in contact with the photography.
It is now 8 years I started to self teach photography. one of my biggest reward is to be able to speak about it with you today.

You live in the homeland of classical art (France), Do you like classical art?

yes, i am. i am a true lover of classic art master. they have been influences me since the beginning of my creative life. Any way i wouldn’t say that France is the country of classic art as many other country such as italy has been highly influancial and provided an amazing pieces and quality into classical art.

What are you favoutire artists?

i haven t been study art history for so long as i did not went for an academic/ classic art study. However, From my own work and research about light i could quote
“Michelangelo Merisi da Caravaggio, Vermeer and Rembrandt”. from a more contemporary and photographic point of you, i deeply studied the works of WEEGEE, Joël Peter Witkin ou encore David Nebreda, those where introduced to me by Mlle Indra Magnani an other important and very influential teacher.

Do you take inspiration from these artists? If yes, from wich one?

Yes and no, i don t need any inspiration for the creative part of my art but i am definitely trying to understand and grasp the techniques and concept from those how influence the history of art. To illustrate that i will simply quote.

Your works are sending a very strong message, how you define yourself politically?

I am an anarchist but i think that most of people forget or get confuse of the meaning of it.”Power is not to be conquered, it is to be destroyed.”

What is you favourite movie?

One of my favorite film is “On Modern Servitude” / Jean-François Brient and “Earthling” /Shaun Monson too
http://delaservitudemoderne.org/index.html
http://earthlings.com/?page_id=32

Everyone would like to do a timetrip. Where (when) do you’d like to go?

I think i would like to cross the whole history of humanity with is best and worst from the ancient Greec to now a days

What are you looking for a person when you do a portrait?

when I am doing a protrait i am aiming to offer to the views a possibilty to read the history of the subject on the model face. I am trying to capture the soul of the subject in its look, a particular behaviour in the posture, I want to offer a real beauty as raw as it is even if it needs to be hard or distrubing.

Last question. Un artistical advice you would like to give to young digital astists army?

Never give up the idea you think you are born for…
this is my draft but i will send you the final version very shortly.

Intervista a Denaës Pierre di Ieni Alexandra

“Remember Kid”

“Et Si…”

“Kid Remake and social phenomenon”

“At corner”

“Adam”

“Flemish rabbit-Wolf”

“The road to evil is easy”
Un Hommage a Michelangelo Merisi dit le Caravage.

“Freaky Breakfast”

” Eat your brain and obey”

“DEPRESSION, OPPRESSION, COMPRESSION”

emblème, cliché malade, débandade. 02.
Le Malaise est a l’aise/ Monky Dee
Freaky photo for freaky blind world.

لحل الإلهي الطبيعي
“Barbattenta”

“Fenêtre sur cour. 01”

“En mon Ame et conscience” Nudité interdite.

 

Write a critique

Write