self

Denis Zilber è un illustratore, character designer di Ramat Gan – Israele, cresciuto in una famiglia d’artisti di origine russe si trasferisce in Israele a 15, viene subito indirizzato verso l’arte ma non in senso scolastico, lui è infatti un autodidatta, quello che generalmente chiamiamo “figlio d’arte”, grazie al costante coinvolgimento del padre scultore che lo faceva “giocare” nel suo studio.

Non pensava di diventare un illustratore digitale, immaginava già all’età di sei anni una carriera da scultore come il padre, la passione per l’illustrazione gli scoppia dopo aver visto “Gli incredibili” ed è infatti proprio su quel genere che affonda le sue radici stilistiche, una caricatura la sua molto cartoon, dove i colori sono brillanti e luccicanti, dove le caratteristiche fisiognomiche vengono esasperate o trasformate in elementi grotteschi.

Per lui i suoi personaggi sono una idea complessa, un simbolo grafico che contiene un particolare concetto, quasi geroglifico, fondamentalmente la creazione di un personaggio non è solo la creazione di una immagine di una creatura vivente, ma la creazione di una idea complessa.

E’ un freelance , lavora per diverse riviste come FHM, GQ Russia e Playboy, Blazer e Yedioth . La sua occupazione principale è l’illustrazione editoriale, ma fa anche libri per bambini, character design per la pubblicità e l’animazione, sfondi per i progetti di animazione, storyboard, imballaggio, giochi in flash, manifesti teatrali e biglietti di auguri, un sacco di biglietti di auguri.

I suoi artisti preferiti sono per citarne alcuni , Poly Bernatene, Wouter Tulp, Shaun Tan, Rebecca Dautremer, Jean-Baptiste Monge, Sebastian Kruger, Tadahiro Uesugi, Nicolas Marlet, Norman Rockwell, Gil Elvgren, Sergio Toppi, Artur de Pins, Alberto Mielgo.

Ieni Alexandra

 

16-captain-digital-art-by-denis-zilber

 

 

Write a critique

Write